Agriturismo Verona - I Costanti B&B

Via Giare, 1 - Caldiero - Verona - Italy - Phone +39 338 9767854 Francesca

E-mail: info@icostanti-verona.it 

Vai al sito ufficiale del B&B Agriturismo I Costanti - Verona

I Costanti Farm Holidays - un B&B con piscina, vicino a Verona

  1. Come raggiungere Verona dal nostro agriturismo b&b e dove informarsi in città  
  2. Dove parcheggiare a Verona, dove noleggiare un auto, come muoversi in autobus o in bici oppure in canoa
  3. Dove mangiare a Verona
  4. Brevi cenni storici su Verona
  5. Piccolo itinerario guidato per sapere cosa vedere a Verona  
  6. Informazioni sui principali palazzi, chiese, monumenti e musei consigliati     
  7. Enogastronomia a Verona
  8. Shopping a Verona
  9. Il Natale a Verona  
  10. Discoteche e piano bar: dove ballare, dove ascoltare buona musica a Verona e dintorni

ENOGASTRONOMIA A VERONA

VINI E PRODOTTI DEL VERONESE

Il prodotto tipico veronese è quel magico ingrediente che possediamo solo noi di Verona e provincia e che, associato alla fantasia e alla perizia dei nostri chef si trasforma in quell’opera d’arte culinaria assolutamente unica nel suo genere che è il piatto tipico veronese. Il piatto tipico veronese non è identico al vicentino né al padovano né al veneziano, né al trevigiano..anche se ad essi si può ispirare o avvicinare in qualità di piatto tipico del Veneto.

Capita spessissimo di gustare piatti tipici veneti in ogni ristorante di Verona, come è giusto. Il baccalà però non nasce a Verona e la sbrisolona non è un dolce tipico di Verona. I tortellini di Valeggio, anche se eccellenti e molto amati da noi veronesi, non si fanno a Verona ma a Valeggio sul Mincio.  

Ecco la “materia prima” che il nostro territorio ci regala in linee generali:   le verdure: asparago, piselli, cavoli, patate, radicchio rosso, sedano rapa, tarassaco, i “bruscansoi” o asparagine selvatiche, cipolle, basilico, peperoni, fragole, mele, pere, castagne, more, noci, pesce di fiume e lago, mais, riso, latte, carni di maiale e di manzo, di anatra e di lepre, di fagiano e di coniglio, di vitello e di cavallo.

Le possibilità di combinazione degli ingredienti tra loro ha dato origine ad un ricettario veronese ricchissimo e molto invitante. I nostri piatti tipici più artigianali e più autentici sono dunque a base di riso e polenta, formaggi Lessinia o malga, tipo Monte Veronese di cui esistono tre tipologie, carni varie, frutta e verdura, pesce di lago e fiume, frutta secca, miele, uova, lardo e erbe aromatiche.

Ecco alcune delle ricette tipiche o meglio, piatti tipici del veronese scritti in dialetto locale che possono naturalmente essere rielaborati o rivisitati o semplicemente possono apparire ogni volta diversi perché diversa è la mano del cuoco. Nella nostra prossima pagina sulle più sfiziose ricette Venete ne troverete moltissime e potrete provarle voi stessi suggerendo a noi le ricette della vostra regione.

Primi piatti:

Risi e bisi, risotto all’amarone, risotto agli asparagi, tagliolini in brodo coi fegatini, risotto al radicchio rosso, gnocchi di patate fatti a mano, pasta e fagioli, bigoli con l’anatra, zuppa di trippe, risotto al tastasal.  

Secondi piatti:

“bruscansoi coi ovi duri”, pastisada, la brasadela, polenta e osei, polenta pastisada, mascio al latte, polenta e luganega, luccio in umido, lesso e pearà, polenta e renga, riso e fegatini.   Dolci: il Nadalin, i “rufioi”, il mandorlato, i “zaletti”, il Pandoro di Verona, le “fritole”, i Baci di Giulietta (baci di dama un po’ particolari…). Fate un salto alla pasticceria Perlini in Via Cappello dopo la Casa di Giulietta verso il ponte Navi. Li faranno ancora? Fatemi sapere. Sono vere delizie, il dolce equivalente femminile delle ”Palle” di Rigoletto a Mantova. Solo che quelle non si trovano facilmente.

I vini tipici del veronese sono tutti i rinomati tipi di Valpolicella, i Recioto, gli Amarone, i Soave, i Bardolino, il Custoza, il Durello, il Lugana. Ci metterei anche ad onor del lavoro dei viticoltori..il Merlot, i Pinot e i Cabernet. Ma del vino nel veronese varrebbe la pena parlare più diffusamente in una pagina espressamente dedicata (Vinitaly), poiché si tratta di un tema vastissimo i cui agganci più significativi sono con la globalità del nostro territorio, dalla zona del Soave e dell’est veronese alla Valpolicella e dalla Valpolicella al Lago di Garda. Un mondo vastissimo e complesso.    

LE RICETTE DE “I COSTANTI” PER TE, UNA RICETTA “DOLCISSIMA”

“Torta di mele al caramello e rose” (torta povera per palati raffinati)  

Come procedere:  

Procurati questi ingredienti: uova, zucchero, burro, farina, pinoli, mele, petali di rosa catalana, grappa alla fragolina di bosco, un limone.   Prepara una camicia di burro farina e zucchero per la tua tortiera del diametro di 20/25 cm. Sbuccia 5 o 6 mele della qualità che hai disponibile e tagliale a fettine a forma di mezzaluna o di croissant; disponile in forma circolare nella tortiera a formare un cerchio a più strati e dando a questa base di mela la forma che più ti piace.

 L’importante è che le fette non siano troppo pigiate l’una all’altra e che rimanga dello spazio in cui la crema possa ben penetrare consentendo alla frutta un certo respiro. Taglia dei fiocchi di burro e lasciali cadere sul fiore di mela insieme ad una generosa manciata di zucchero bianco. Lascia riposare il tuo fiore di mela per tutto il tempo che ti servirà a preparare una dolce miscela con cui andrai a coprire la frutta. In una terrina abbastanza capiente amalgama 4 uova intere, 200 gr. di zucchero, venti gocce di succo di limone e 2 nevicate della sua buccia grattugiata, 100 gr.di farina di grano tenero.

Mescola con una certa energia finchè otterrai una crema morbida e fluida che spargerai su tutta la base. Getta sulla torta una manciatina di pinoli e guardali affondare nella crema. Poi fai piovere ancora un po’ di zucchero e pochi fiocchi di burro su tutta la superficie cremosa. Prepara il tuo forno e preriscaldalo a 200 gradi. Quando sarà caldo inforna la tua creazione e programma il timer su 40 minuti. Al termine del tempo di cottura estrai la torta dal forno ed assicurati che le mele abbiano preso un colorito abbronzato e che il burro e lo zucchero abbiano formato un caldo e brunito caramello alla base della torta di mele.

Il segreto è: poca farina per una pasta morbida e cremosa ed un caramello croccante sul perimetro delle fette di mela ed alla base della torta. La protagonista deve essere la mela e non l’impasto. Ricorda che questa non è una torta da colazione ma una specie di raffinata mousse da dessert e quindi deve essere molto delicata sia per l’occhio sia per il palato. La torta va servita calda, cosparsa di petali di rosa catalana ed irrorata di goccie di grappa alla fragola di bosco.

 

I Costanti Verona - Farm Holidays in Verona - Room

Agriturismo B&B I Costanti - le camere

Farm Holidays Verona I Costanti - The terrace

Agriturismo B&B I Costanti - una zona relax

I Costanti - Agriturismo B&B - Via Giare, 1 - 37042 Caldiero - Verona - Italy - Tel. (+39) 0456151165 - Fax  0456170961 - P.IVA:  IT03646730238

web site: Gianfranco Viasetti - Mantova - Verona - Vicenza - Padova - Venezia